La protesta. Show latino finito alle 2, ma il divieto di transito non viene rimosso

  • 4 Mesi fa

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continuano le polemiche sullo spettacolo di balli sudamericani “La noche de la gozadera”, andato in scena alla rotonda D’Acquisto di Porto d’Ascoli domenica sera. Già nel pomeriggio di domenica avevamo ricevuto la lamentela di un lettore di Piceno News 24 per i disagi al traffico causati dal divieto di circolazione nell’ultimo tratto di via del Mare, che coinvolgeva in maniera indiretta anche il primo segmento del lungomare sud.

Questa mattina ci sono state inviate alcune foto di lettori che protestavano perché non era stato rimosso il divieto di circolazione: foto arrivate fino alle ore 8,30. Nelle immagini pervenute si vedono le transenne alla fine di via San Giacomo e lo sbarramento all’incrocio di via del Mare con via dei Laureati. La foto a corredo del presente articolo è stata scattata alle 8,30 al semaforo di via Colleoni: come si vede distintamente c’è ancora la segnaletica della deviazione obbligatoria per accedere al lungomare. Gli operai del Comune sono intervenuti poco prima delle 9 per rimuovere i divieti, dopo che un commerciante aveva telefonato ai Vigili urbani.

Il fracasso della musica di “La noche de la gozadera” è stato oggetto di un acceso dibattito su Facebook. Nel social è stato bersagliato dalle critiche l’ex sindaco Giovanni Gaspari ritenuto responsabile, secondo la maggioranza dei post, di non avere riconosciuto i problemi della movida molesta durante i suoi 10 anni da primo cittadino.

Questa sera in via del Mare circolazione libera: il mercatino del lunedì si svolge infatti in via dei Laureati. Mentre la prossima settimana in via Mare. Un’altra serata con le transenne non sarebbe stata accettata dai residenti e dai turisti.

Caricamento...
Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Franco Cameli

Franco Cameli

Direttore responsabile Piceno News 24 - e mail franco.cameli@picenonews24.it - phone 389.7842102

Commenti

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
Loading...