L’Ascoli esce a testa altissima dalla Tim Cup al 95′

  • 4 Mesi fa

VERONA – Una grande prestazione dell’Ascoli contro il Chievo Verona non basta per superare il terzo turno di Tim Cup. Dopo il vantaggio di Inglese, i bianconeri trovano il pari con Favilli ma nel finale vanno sotto ed è il Chievo ad accedere al turno successivo.

LA GARA Il Picchio deve fare a meno dell’infortunato D’Urso. Il duo Fiorin-Maresca si affida al solito 4-2-3-1 con Lanni tra i pali, difesa composta da Mogos, De Santis, Gigliotti e Mignanelli. In mediana Buzzegoli e Addae, sulla trequarti Varela, Santini e Baldini sostengono l’unica punta Favilli. Maran sceglie il 4-3-2-1 con Cacciatore, Gamberini, Bani e Gobbi davanti a Sorrentino. A centrocampo Bastien, Rigoni ed Hetemaj, sulla trequarti Pucciarelli e Inglese; in avanti Birsa guida l’attacco clivense. Sugli spalti presenti quasi 100 tifosi bianconeri.

Primi minuti di marca veneta: Pucciarelli mette i brividi alla retroguardia dell’Ascoli con un colpo di testa che finisce out. Poco dopo ci prova Inglese, il cui tiro termina a lato. Uno scatenato Birsa serve al bacio Bastien sulla destra, pallone dentro per Inglese che viene anticipato da Gigliotti. Al 6′ Chievo vicino alla rete del vantaggio: ancora un colpo di testa, questa volta di Hetemaj, su traversone di Cacciatore fa la barba al palo. L’Ascoli non ci sta e comincia ad affacciarsi dalle parti di Sorrentino. Al 12′ è Favilli su assist verticale di Lores Varela ad avere sui piedi un’occasione d’oro: l’attaccante ’97 incrocia troppo e il pallone finisce sul fondo. Nel giro di cinque minuti è Birsa a provarci prima dalla distanza, poi con una conclusione al volo che non centra lo specchio della porta. L’Ascoli gioca bene, i ritmi sono alti e la gara è più equilibrata del previsto. Al 20′ il mancino di Lores Varela si alza sopra la traversa difesa da Sorrentino. Sei minuti più tardi sono però i padroni di casa a passare in vantaggio: Inglese, libero di saltare in piena area di rigore su perfetto corner di Birsa, batte Lanni di testa. Ancora Chievo in zona d’attacco con il solito Birsa che costringe Lanni agli straordinari. Non reagisce la squadra di Fiorin che sembra aver accusato il colpo. Possesso palla dei padroni di casa, l’Ascoli fatica. Protagonista in assoluto nella prima frazione Birsa, sempre al centro delle azioni offensive dei clivensi. Al 40′ il primo giallo della partita se lo becca Mignanelli per un intervento irruento su Birsa. Ancora il calciatore sloveno da calcio piazzato cerca di imbeccare compagni in area, ma Addae ci mette una pezza. L’Ascoli prova a ripartire con Santini che viene atterrato in zona offensiva. Sugli sviluppi della punizione Minganelli spreca malamente sparando il pallone alto. Dopo 1′ di recupero termina la prima frazione di gioco al Bentegodi di Verona con il Chievo in vantaggio per 1 a 0 grazie alla rete di Inglese al 25′.

Alla ripresa del gioco stessi 22 in campo. Ascoli con altro piglio sul terreno di gioco. Il mancino di Gigliotti da calcio di punizione impensierisce Sorrentino che è costretto a respingere la palla in calcio d’angolo. Azione confusa al 55′ che culmina con una rete annullata per offside a Santini che aveva battuto Sorrentino dopo una ribattuta del portiere veneto su rovesciata straordinaria di Addae. Due minuti più tardi altro gol annullato per fuorigioco, questa volta al Chievo: Birsa serve Pucciarelli che deposita in rete, ma l’assistente alza la bandierina. Ascoli positivo prima con Varela e poi con Baldini dalle parti di Sorrentino. Al 63′ Inglese va vicino alla doppietta con un tiro potente. Il Picchio risponde con il sinistro di Lores Varela dalla distanza che finisce alto. E’ il preludio al gol del pareggio che arriva al 67′. Azione manovrata da Addae, Favilli sfrutta un tocco di un difensore di casa, si accentra e trafigge Sorrentino con un sinistro rasoterra perfetto. Primo cambio tra i padroni di casa: dentro Garritano per Bastien. L’Ascoli prende sicurezza nei propri mezzi e fa tanto possesso palla. Varela serve Santini che va vicinissimo alla rete del vantaggio per l’Ascoli. Si fanno sentire a squarciagola i supporters ascolani sugli spalti. Secondo cambio per il Chievo con Dainelli che prende il posto di Gamberini. Mister Fiorin invece opta per il doppio cambio: fuori un buon Santini e un opaco Baldini per De Feo e Carpani. L’Ascoli passa così al 4-3-3 con mediana composta da Carpani, Buzzegoli e Addae, davanti il trio De Feo, Favilli e Varela. Chievo sottotono; l’Ascoli fa la gara con grande qualità. Favilli cade in area di rigore per un contatto con Bani, fa correre correttamente Mariani. Cinque minuti di recupero. Ultimo cambio per l’Ascoli: esce Mogos per Cinaglia. L’Ascoli preme ma è il Chievo a trovare la rete della vittoria al 95′. Fallo non fischiato ai danni di Varela, l’azione continua e Cacciatore con un tiro a giro regala il passaggio del turno ai padroni di casa. Proteste vibranti per i bianconeri. A farne le spese è Favilli che viene espulso. La partita termina con l’Ascoli che esce a testa altissima e tra gli applausi dei suoi tifosi da Verona.

TABELLINO

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini (75′ Dainelli), Bani, Gobbi; Bastien (68′ Garritano), Rigoni, Hetemaj; Birsa; Pucciarelli, Inglese. Allenatore: Maran

ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Mogos (92′ Cinaglia), De Santis, Gigliotti, Mignanelli; Addae, Buzzegoli; Lores Varela, Santini (77′ De Feo), Baldini (77′ Carpani); Favilli. Allenatore: Fiorin

Arbitro: Mariani di Aprilia

Reti: 26′ Inglese (C), 67′ Favilli (A), 95′ Cacciatore (C)

Ammoniti: Mignanelli, De Santis, Lanni (A); Rigoni (C)

Espulsi: 95′ Favilli (A)

Caricamento...

Foto: Pagina Facebook Ascoli Picchio

Print Friendly, PDF & Email
The following two tabs change content below.
Fabio Nazzari
Iscritto all'Albo dei Giornalisti Pubblicisti dal giugno 2016. Redattore Piceno News 24 Contatti: fabio.nazzari@hotmail.it - 3284855272

Commenti

  • facebook
  • googleplus
  • twitter
  • linkedin
  • linkedin
Loading...