Il risparmio sui mutui ammonta appena a 130mila euro

risparmi

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il risparmio sui mutui accesi dal comune di San Benedetto del Tronto ammonta a 130mila euro. Una somma considerata esigua da tecnici e politici.

E’ quanto emerge dalla riunione di commissione bilancio, riunitasi questo pomeriggio da remoto. Dalle banche appena 130mila euro di risparmio sui mutui. Perchè? Per la durata della loro rateizzazione, già lunga, che avrebbe spinto gli istituti di credito a non concedere proroghe. Fra tutti, soltanto Banca Picena Truentina e Cassa Depositi e Prestiti hanno accordato un rinvio dei pagamenti.

Alcuni giorni fa, i diversi gruppi consiliari di minoranza avevano chiesto di usare le economie maturate dalla moratoria sui mutui per erogare misure economiche a sostegno delle famiglie e delle imprese. Ma stando alla situazione e alle previsioni attuali, sarà difficile agire in tal senso.

«E’ troppo poco – dichiara il presidente di commissione bilancio Tonino Capriotti – penso che sia necessario rivedere questo capitolo, o almeno tentare di parlare con le banche».

«Un ente pubblico dovrebbe approcciarsi in maniera diversa ai problemi delle famiglie – dichiara Giorgio De Vecchis – l’amministrazione di questa città rimarrà oltre i trent’anni, quindi dovremmo rinegoziare con gli istituti di credito, tenendo presente la specificità di chi richiede la proroga: saremo sempre in grado di pagare il dovuto. Poi, non c’è una legge in Italia che ponga limiti alla rateizzazione dei mutui».

 

Print Friendly, PDF & Email

Articolo Precedente

Parrucchieri al via, quale sarà lo scenario che avremo davanti?

Articolo Successivo

Nuovo mutuo di 500mila euro per ristrutturare la scuola Manzoni