Cupra, festa del patrono e convegno il 5 dicembre

Il prossimo 5 dicembre sarà la festa patronale a Cupra Marittima. San Basso Martire, vescovo di Nizza (Nicea apud Varum fluvium), viene ricordato nel Martirologio Romano in questa data. Gli storici, in realtà, indagano ancora oggi gli archivi, ed altre fonti, per dare certezze sulla effettiva provenienza del Santo. Vi sono ancora lacune e misteri. Notizie ancora non suffragate da fatti e documenti. Mentre è certo il culto del Santo, oltre a Cupra, a Venezia, in Istria e a Termoli. A Cupra vi sono le sue spoglie, le vesti, ed altri oggetti sacri. Oltre agli importanti studi di Padre Faustino Mostardi (tra Cupra e Venezia), molti altri studiosi si sono cimentati nella ricerca di notizie. Importanti sono anche la rappresentazione iconografiche del Santo dei diversi luoghi di culto. Per questo motivo, e per fare il punto della ricerca storica, giovedì alle ore 17, presso la chiesa di San Basso a Cupra, si terrà un incontro con il Prof. Mariano Malavolta, ex docente di Storia romana all’Università Roma “Tor Vergata”, che con il Prof. Vermiglio Ricci e Giovanni Ciarrocchi dell’Archeoclub di Cupra Marittima, che tenterà di fare il punto sulle ricerche e sulla figura del patrono di Cupra. Ogni anno le manifestazioni religiose e culturali, con la pubblicazione, con cadenza quasi annuale, di un fascicolo che illustra un aspetto della vita del Santo, sono a cura del Comitato festeggiamenti san Basso, il Comune di Cupra e l’ Archeoclub locale.

(Luciano Bruni)


Articolo Precedente

Arriva il mercatino di Natale a San Benedetto con ArchéNatale

Articolo Successivo

Ascoli, edizione speciale del Mercatino Antiquario