Suolo pubblico: si può chiedere un ampliamento d’occupazione del 100%

suolo pubblico

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Occupazione di suolo pubblico: arriva la delibera che permette l’ampliamento degli spazi esterni ai locali.

Le linee guida per l’utilizzo delle aree pubbliche è frutto della riunione di giunta di questa mattina. In sintesi, il comune permetterà un abbattimento della burocrazia per fare richiesta e per ottenere la licenza. L’ampliamento sarà concesso sia a chi ha spazi all’esterno del locale, sia chi non ha aree nelle immediate vicinanze.

I destinatari. A beneficiare degli ampliamenti potranno essere tutti gli esercizi di somministrazione alimenti e bevande, commercio al dettaglio e attività artigianali e di servizio.

La licenza. Gli esercenti potranno richiedere sia nuove concessioni, sia un ampliamento di quelle esistenti. Per ottenere tale licenza, essi dovranno presentare domanda tramite pec all’indirizzo di posta protocollo@cert-sbt.it. Alla domanda dovrà essere allegata la planimetria dello spazio richiesto. Il rilascio della licenza, previo esame, avverrà entro 15 giorni dall’invio della domanda. Passate le due settimane, la licenza sarà concessa automaticamente.

L’ampliamento. Fino al 31 ottobre 2020, gli esercenti potranno richiedere un ampliamento del 100% dello spazio occupato su vie e piazze. Sarà concessa la condivisione di spazi fra due attività vicine, previo accordo sottoscritto fra le parti. Per le strade e tutte le altre infrastrutture occupate bisognerà lasciare un corridoio di 4 metri per il passaggio di mezzi di soccorso. Anche il passaggio di portatori di handicap dovrà essere garantito. Per chi non ha spazio antistante il locale, sarà possibile occupare aree distanti non oltre 100 metri dall’ingresso del locale.

«Abbiamo conseguito un ottimo risultato – dichiara l’assessore al commercio Filippo Olivieri – peraltro ottenuto velocemente perché non possiamo permettere di non far ripartire l’economia in tempi utili. Dobbiamo mantenere intatti gli equilibri socio-economici. Il commercio è l’anima della nostra città. Ringrazio la giunta e gli uffici, in special modo il dirigente Germano Polidori per la collaborazione nella stesura della normativa che va a favore dei nostri esercenti».

Print Friendly, PDF & Email

Articolo Precedente

Viavai fra Marche e Abruzzo per droga: a segno i controlli della Polizia

Articolo Successivo

Coronavirus, ancora zero contagi nel Piceno. Cala anche il numero degli isolamenti domiciliari