Prospettiva Ascoli attacca: “Giù le mani dalla Neonatologia del Mazzoni”

“E’ da un po’ di tempo che la destra di San Benedetto coadiuvati dal comitato Baiocchi-Falco tenta di depauperare i servizi sanitari dell’ospedale di Ascoli. In questi giorni si sta ripetendo lo stesso attacco all’unità operativa di neonatologia dell’area vasta 5,dopo che essa  è stata istituita  al pari di altri servizi come neurologia , oncologia ecc ecc. Stiamo assistendo a continui reiterati attacchi per smantellare tale servizio volendo riportare una autonoma unità operativa a San Benedetto ,cosa peraltro legittima nonostante le normative regionali lo vietino”. Lo dice la lista “Prospettiva Ascoli”

“La cosa singolare è che i soloni dei cosiddetti comitati di san benedetto invece di prendersela con l’assessore Saltamartini (di cui sono fedeli scudieri )e con gli amministratori locali se la prendono con il primario di neonatologia la cui colpa è sola quella di essere un ottimo professionista che porta avanti un reparto di eccellenza nonostante le mille difficoltà” dice il coordinatore Stefano Giammarini

“È ora di finirla con questo stillicidio , i comitati se hanno il coraggio e la responsabilità di farlo chiamino l’assessore della sanità Saltamartini ,e dicano agli ascolani Fioravanti e Castelli  cosa stanno facendo per salvare l’ospedale di Ascoli dalla loro furia iconoclasta . Prospettiva Ascoli inizia da qui un lungo percorso dentro la sanità Picena, e non mancherà di far sentire la propria voce a difesa della salute dei cittadini e dell’ospedale di Ascoli” conclude.

Print Friendly, PDF & Email

Articolo Precedente

Elezioni provinciali, ammessa soltanto la lista "Insieme per il Piceno con Loggi"

Articolo Successivo

Ricostruzione e aziende a rischio chiusura a causa dell’anticipazione IVA