Folignano, l’assessore Brunella Casini attacca: ” Accuse di voto di scambio? Mi muoverò nelle sedi opportune””

FOLIGNANO – L’assessore alla pubblica istruzione di Folignano Brunella Casini contro le opposizioni.

In una nota l’esponente politico spiega che  “Dopo le elezioni, ripeto dopo le elezioni, molti genitori dell’asilo nido “Pollicino”  esternarono riconoscimenti di stima e fiducia sulla mia persona, entusiasti di poter proseguire con questa Amministrazione, il grande lavoro speso all’interno del nido.Ho scritto un semplice ringraziamento, di certo non per adoperarmi ad esclusivo vantaggio solo di qualcuno, ma al solo fine di confermare il mio personale impegno nel proseguire il percorso intrapreso ed apprezzato dai molti.Stiamo parlando di un generico e generale ringraziamento, *POST VOTO* , con la promessa di un impegno sempre maggiore quale Assessore all’istruzione: ho infatti scritto su quel foglio, che mostrerò la mia gratitudine *tramite l’impegno* e non certo, come strumentalmente e falsamente sostenuto, *tramite favoritismi personali a vantaggio solo di alcuni*” dice Casini.

“Forse ho commesso una leggerezza nel portare un cartello di ringraziamento all’interno dell’asilo e di questo mi scuso, ma la strumentalizzazione che ne è derivata è stata vergognosa ed evidenzia la mancanza di argomenti da parte dell’opposizione: l’accusa di “voto di scambio” per aver ringraziato chi ha creduto nel nostro progetto, non solo lede la mia dignità personale, ma offende l’intelligenza stessa dei cittadini di Folignano che non meritano di essere presi in giro.
Accusarmi di *”VOTO DI SCAMBIO* “, è l’ennesima manifestazione del vuoto politico che impera nella minoranza (chi era presente giovedì sera al Consiglio Comunale ha toccato con mano!!!).Invito caldamente i consiglieri di minoranza, nessuno escluso, a formalizzare le accuse nei miei confronti dinanzi al Tribunale Penale: dimostrerebbero almeno un po’ di coerenza ai loro elettori” dice Casini

“Da parte mia non vedo l’ora che i fatti vengano realmente accertati, ragion per cui, mi sono già mossa nelle opportune sedi contro ogni millantatore.Cos’altro ci si può aspettare da una minoranza che presenta mozioni di sfiducia nei confronti di un Assessore, ignorando che tale facoltà/potere spetta solo al Sindaco.Mi meraviglia che un consigliere di minoranza, qualificatosi nei comizi pubblici come l’uomo di esperienza del centro destra della politica folignanese, non abbia saputo guidare, in questo vergognoso teatrino, i suoi colleghi. In fondo il consigliere Corradetti Fulvio dovrebbe ben conoscere determinati meccanismi, avendone fatto le spese solo qualche anno fa, allorquando venne cacciato dalla sua Giunta dall’allor Sindaco dott. Pasquale Allevi!! Evidentemente  Corradetti, per suo comodo,  ha la memoria corta….ma gli elettori hanno dimostrato di NO”, conclude l’assessore.


Articolo Precedente

"Insieme a Fioravanti": "Le parole del Sindaco sono chiare. Adesso accelerare sul programma"

Articolo Successivo

Cena di Acquasanta, l'Anpi ha depositato una querela