Maltignano, al via il controllo sul regolamento per il benessere degli animali

MALTIGNANO – L’amministrazione comunale di Maltignano ha firmato la convenzione con l‘organizzazione di volontariato “Lega Italiana Dei Diritti Dell’animale Sezione di Ascoli Piceno e Fermo Onlus” per i servizi di vigilanza e di educazione zoofila e di tutela ambientale.

Le guardie zoofile che esercitano attraverso il proprio Servizio di Vigilanza Zoofila e Ambientale, sulla base delle autorizzazioni di polizia ottenute dalle Prefetture di Ascoli Piceno e di Fermo, sono state coinvolte dall’amministrazione comunale al fine di incentivare la corretta convivenza fra umani e animali e di tutelare la salute pubblica e l’ambiente. Infatti si ritiene che, contemporaneamente alla esigenza di tutela degli animali, sia anche doveroso curare il rispetto delle norme di condotta che fanno capo ai proprietari e/o detentori di animali da affezione ed in particolare di cani che, sovente, nel territorio comunale non rispettano le norme di cui alla L.R. n. 10/97 (obbligo iscrizione anagrafe canina) e del regolamento comunale per il benessere degli animali approvato con deliberazione di C.C. n. 26 del 29.09.2017, tant’è che molteplici sono le segnalazioni di vie e marciapiedi imbrattati da escrementi dei cani, in particolare nella frazione di Caselle.

Non da ultimo la convenzione, fortemente voluta dall’amministrazione comunale e curata dal Vicesindaco nonché assessore all’ambiente Fausto Spurio, servirà anche per monitorare e gestire le numerose colonie feline presenti, prevalentemente, nella frazione di Caselle. L’attività dell’Organizzazione pur mantenendo la propria autonomia gestionale è preordinata principalmente a collaborare con il Servizio Ambiente comunale e con la Polizia Municipale del Comune di Maltignano. I volontari dell’Organizzazione, nell’esecuzione delle funzioni sopra descritte, potranno svolgere compiti di natura essenzialmente preventiva ma potranno svolgere compiti di agenti accertatori in conformità a quanto previsto dall’art. 6 comma 2 della legge 189/2004. La convenzione ha la durata di un anno e sarà rinnovabile alla scadenza.

Print Friendly, PDF & Email

Articolo Precedente

Morì dopo una lite nel carcere del Marino, ridotta la pena al tunisino Ben Alì

Articolo Successivo

Lavori Enel a Rosara, niente riscaldamenti: "E' inaccettabile, fa troppo freddo"