Vivarini: “Rammarico per il gol preso, partita di grande sofferenza”

CARPI – Al termine del match tra Carpi ed Ascoli è mister Vivarini a commentare il secondo pareggio consecutivo dei bianconeri.

VIVARINI: “Una partita di grande sofferenza per come ci siamo arrivati a livello fisico, con un reparto difensivo ridotto all’osso. La fortuna poi non è stata dalla nostra parte, con Quaranta che ha subito un colpo alla testa ed ha dovuto abbandonare il campo (si è sottoposto ad accertamenti e sembrerebbe star bene, ndr). Ci siamo applicati bene contro un avversario che ci ha fatto spendere tanto. Rimane il rammarico per il gol preso, non siamo stati bravi sulle marcature, poi davanti pesano tanto le occasioni che non siamo stati bravi a sfruttare. La formazione mantenuta sino alla fine era quella per vincere; abbiamo gestito la gara dal primo minuto cercando qualche situazione positiva che il Carpi ci avrebbe inevitabilmente concesso. Ciciretti è entrato bene, ho deciso di sfruttare le sue potenzialità sulla destra piuttosto che internamente perchè lui si trova meglio in quella posizione, dopo aver provato questa nuova situazione in settimana. Certamente cambiando assetto tattico anche la squadra si deve adattare per servirlo in maniera differente in quanto lui può essere un valore aggiunto. L’episodio di Ganz? L’arbitro ha punito il calpestone del ragazzo, ma mi sembra assurda questa decisione visto che stiamo parlando di un ragazzo molto tranquillo. Ninkovic? Ci tiene tanto a far bene, ha giocato con forte dolore alla schiena ed ha tenuto il campo bene, è normale che voglia rimanere in campo per dare il meglio di sè.  Lui in quella posiozione lì si sente a suo agio, però è chiaro che anche la squadra si deve adattare a servirlo in una maniera differente perchè  può essere un valeore aggiutno a questa squadra


Articolo Precedente

Brosco: "Abbiamo fatto di necessità virtù. Pari giusto"

Articolo Successivo

Ascoli, domani la ripresa della preparazione. Padella torna a disposizione