“Johnny Spiedino” e le sue novità: “Bisogna stare al passo con i tempi”

REDAZIONALE- “Johnny Spiedino”  è ancora in campo per il rilancio di Ascoli e per la promozione delle eccellenze gastronomiche locali.

“Abbiamo iniziato a vedere nuovamente turisti. La maggior parte è italiana, mentre ci sono ancora pochissimi stranieri. E’ una ripartenza lenta, sperando che il trend aumenti” dice il titolare Luigi Silvestri “Fortunatamente il lavoro non manca e  vedo che anche le altre attività a noi vicine hanno ricominciato e siamo soddisfatti” dice.

Tra le novità proposte da “Johny Spiedino” ci sono il supplì all’amatriciana, suppli al cacio e pepe,  i fiori di zucca con alici e fiori di zucca con burrata e pomodorini. I punti di forza restano sempre le amatissime olive all’ascolana, gli arrosticini, i cremini, il timballo e i cannelloni.

 

“Io faccio solo prodotti tipici e sto arricchendo il menù inserendo dei nuovi peculiarità. Proponiamo sia nuove versioni dei fritti, nuovi arrosticini, ma anche vini, che sono esclusivamente marchigiani e teramani. Abbiamo anche nuove birre, sopratutto locali e artigianali” dice Silvestri.

“Il menù è dunque molto più ricco ed è molto apprezzato anche attraverso i circuiti web come Tripadvisor e gli altri portali web. Credo che  le recensioni  e la tecnologia siano fondamentali: è per questo che abbiamo anche realizzato  il menù consultabile attraverso la tecnologia del Qr Code. Stiamo cercando di stare al passo con i tempi e ce la mettiamo tutta” spiega Silvestri

“Credo molto anche nella collaborazione con i locali della nostra via. Insieme diamo vita anche ad iniziative musicali per dare vivacità alla nostra zona facendo nascere il “polo di Via Del Duca”. Penso che bisogna sempre fare squadra” conclude Silvestri.

 

Print Friendly, PDF & Email

Articolo Precedente

ERBAMICA propone il SEMI-DIGIUNO SOSTENUTO A17 (Santiveri)