Nuovo ospedale, Urbinati scrive ai sindaci di San Benedetto, Monteprandone e Massignano

SAN BENEDETTO – Una proposta unitaria, non demagogica ,come quella di realizzare due ospedali di primo livello nella provincia di Ascoli, ma che rientri in quanto previsto dal decreto Balduzzi e scaturisca dal confronto con tutti gli ambiti territoriali interessati.

Lo chiede il capogruppo in Regione di Italia Viva, Fabio Urbinati, ai sindaci di San Benedetto,  Piunti, di Monteprandone, Loggi, e di Massignano, Romani, convinti promotori della realizzazione di un nuovo ospedale di primo livello nel Comune di San Benedetto o nelle vicinanze.

“Dopo tante discussioni – afferma Urbinati – è  arrivato il momento della verità. Mancano cinque mesi alla elezioni regionali ed è ancora tutto aperto. Ho sempre preso in seria considerazione il lavoro svolto dai comitati e in particolare dal comitato “Salviamo madonna del soccorso” e dunque propongo ai sindaci e agli stessi comitati di formulare una proposta compatibile con quanto previsto dal decreto Balduzzi, che mi impegnerò a portare in Aula con un emendamento, convinto che il Consiglio regionale la prenderà in seria considerazione se si tratterà di un’indicazione unitaria, condivisa dagli altri ambiti territoriali e sottoscritta in primis dai sindaci di San Benedetto, Piunti, e Ascoli, Fioravanti”.

Print Friendly, PDF & Email

Articolo Precedente

Allarme Sentina, Giorgi: «Piunti non sa che pesci prendere»

Articolo Successivo

Gabrielli, inizia l'iter di contestazione delle assenze